Un atto eroico Quello compiuto ieri sera da un poliziotto libero dal servizio a Casavatore. L’assistente in forza al commissariato di Scampia si trovava nei pressi della propria abitazione quando ieri sera sentiva delle urla di richiesta di aiuto provenienti dall’appartamento vicino.

Affacciatosi al balcone notava che dall’abitazione fuoriusciva del fumo nero con il suo vicino che, visibilmente in difficoltà, chiedeva aiuto in quanto nell’abitazione stavano divampando delle fiamme.

L’uomo riferiva che all’interno vi era il figlio piccolo di 9 anni e il proprio cane. L’assistente della polizia di Stato, munitosi di uno straccio bagnato, riusciva ad entrare nell’appartamento recandosi subito nella stanza dove stavano divampando le fiamme e in cui vi era il bambino in stato di agitazione. In pochi secondi l’agente prendeva con sé il piccolo e salvato il cane.

Quindi messa in sicurezza l’intera famiglia il poliziotto entrava di nuovo nella stanza. Proprio lì si accorgeva che le fiamme erano divampate in uno stanzino soppalcato dove vi erano i letti dei tre figli. Il poliziotto iniziava a spegnere le fiamme attendendo l’arrivo dei vigili del fuoco.

Il poliziotto eroe è stato poi portato al Cardarelli dove gli è stata riscontrata un’intossicazione da monossido di carbonio.

Rispondi