Il difensore del Chelsea Antonio Rudiger ha suscitato polemiche durante la partita della sua squadra a Stamford Bridge contro la Juventus, nel quinto turno della fase a gironi di Champions League.

Rudiger ha fatto segnare alla sua squadra il primo gol della partita, che è arrivato al 25 ‘con Trevoh Chalubah.

Il gol arriva da un calcio d’angolo eseguito all’interno dell’area, colpendo Rudiger e toccandogli la mano, e rimbalzando davanti a Chalubah davanti alla porta, così quest’ultimo ha sparato un tiro potente in rete.

L’arbitro Jovanovic è tornato alla tecnologia video, che ha confermato la correttezza del gol, da calcolare tra la rabbia dei giocatori della Juventus, che hanno chiesto l’annullamento del gol perché Rudiger ha toccato il pallone con la mano.

Un resoconto della stampa ha rivelato che la tecnologia video ha ritenuto che il tocco della mano su Rudiger fosse involontario e che la palla fosse diretta al suo petto, e quindi se la sua mano non fosse stata presente, avrebbe colpito il petto del giocatore, in modo che il obiettivo sarebbe calcolato.

La sentenza si basava sulla nuova legge, che stabilisce che “un fallo di mano involontario che si traduce in un compagno di squadra che calcia in rete o ottiene un’opportunità da rete, non è considerato un’infrazione”.

Rispondi